Pagine

giovedì 1 marzo 2012

La dinastia Giulio-Claudia (da Tiberio a Nerone)

IMPERO DI TIBERIO
13 a.C.
Ritorno di Augusto da una spedizione di pace in Spagna e in Gallia
23 a.c.
Augusto fa sposare la figlia Giulia al nipote Marcello, che però muore in giovane età
12 a.C.
Morte di Agrippa, nuovo sposo di Giulia
4 d.C.
Augusto adotta Tiberio, figlio di primo letto della moglie Livia e nuovo sposo di Giulia
13 d.C.
Tiberio ottiene una vittoria contro i germani e nuova stima da parte di Augusto
14 d.C.
Ottaviano Cesare Augusto muore e gli succede Tiberio
19 d.C.
Morte di Germanico, marito di Agrippina e nipote di Tiberio
23 d.C.
Morte di Druso, figlio di Tiberio, il quale lo aveva nominato suo erede
26 d.C.
Tiberio si ritira in volontario esilio a Capri
31 d.C.
- Seiano diventa console con Tiberio per collega
- morte di Seiano che cospirava contro Tiberio per ottenere il potere assoluto
33 d.C.
Agrippina si lascia morire di fame dopo essere stata esiliata e aver perduto due dei figli
37 d.C.
Morte di Tiberio

GOVERNO:
- Opera di Tiberio = opera di consolidamento
- Consolida le tradizioni antiche romane » è ostile ai modelli del culto orientale
» fa annettere un culto tributato alla sua persona
» conseguenza: favore degli ambienti conservatori
- Svuota le istituzioni repubblicane » Roma » conferisce poteri crescenti ai prefetti, legati, pretori
» fa acquartierare i pretoriani in città
» sminuiti proconsoli, magistrati, edili, questori
» conseguenza: + potere, controllo dei subordinati
» Province » il potere dei legati diventa alle sue dipendenze
- Politica estera non espansionistica » controlla le frontiere
» reprime le ribellioni
» conseguenza: limita le spese dello stato

IMPERO DI CALIGOLA
37 d.C.
Viene acclamato imperatore dalle truppe Caligola, figlio di Germanico e Agrippina
40 d.C.
Nozze imposte da Caligola tra Claudio e Messalina
41 d.C.
Morte di Caligola per una congiura di ufficiali del pretorio

GOVERNO:
- interpreta il principato come dispotismo personale: governo impostato sul porsi come chi ha il potere assoluto su tutto.
- Imita modello ellenistico » utilizza un governo dispotico personale
- Divinizza l’imperatore » culto dell’imperatore viene imposto a tutti
» conseguenza:suscita ribellioni nelle province dell’impero (ebrei)
» va contro le istituzioni tradizionali
- Conquista favore delle classi popolari » elargisce grosse somme ai soldati e ai cittadini
» distribuisce cariche ed onori ai ceti minori
» conseguenza: mette in difficoltà l’erario (=casse stato)
- Riduce autorità senatoria » nomina il proprio cavallo console
» confisca i beni patrimoniali dei ricchi
» conseguenza: rafforza il proprio potere, creazione di dissensi

IMPERO DI CLAUDIO
41 d.C.
I pretoriani acclamano Claudio imperatore, fratello di Germanico, zio di Caligola
44 d.C.
Sottomissione dei Britanni
46 d.C.
La Tracia diventa provincia romana
47 d.C.
Claudio prende in moglie Agrippina, figlia di
48 d.C.
Messalina contratta pubblicamente un matrimonio con un secondo marito dando scandalo
54 d.C.
Morte di Claudio per motivi sconosciuti

GOVERNO:
- riorganizza l’amministrazione imperiale » scelta dei funzionari imperiali anche tra i liberti
» conseguenza: sminuisce l’autorità dei senatori
» concede la cittadinanza anche ai provinciali
» concede ai nobili galli di partecipare al senato
» conseguenza: acquista la fedeltà dei provinciali
- politica estera espansionistica » conquista della Tracia che diventa provincia romana
» annette la Mauritania (= regione nordafricana)
» conquista la Britannia
» conseguenza: si procura il favore dell’esercito

IMPERO DI NERONE
54 d.C.
Agrippina sfrutta il fatto che Nerone fosse stato adottato per la sua ascesa al potere. Avendo solo 17 anni venne affiancato da Seneca e Afranio Burro
59 d.C.
Uccide la madre Agrippina che si intrometteva nel suo modo di detenere il potere.
Inizia il suo governo dispotico, tendente al modello di tirannia ellenistica
60 d.C.
Propone degli spettacoli in suo onore (Neronia) come dono dell’imperatore al popolo
62 d.C.
- morte di Afranio Burro
- Seneca si ritira a vita privata
- Nerone sposa la sua amante Poppea
- Nerone nomina prefetto del pretorio Tigellino, uno di quelli che più lo sostenevano
64 d.C.
Scoppia un incendio che devasta Roma. Nerone propone subito la ricostruzione
65 d.C.
Viene ordita una congiura contro Nerone, però scoperta da lui
66 d.C.
Compie un viaggio in Grecia che proclama “libera”
68 d.C.
Suicidio di Nerone, incapace di sostenere la situazione dopo che il popolo, la Spagna, la Gallia, la Lusitania e persino Tigellino gli voltano le spalle e gli si ribellano

GOVERNO:
- imita governo orientale » governo dispotico
» impone ovunque il culto dell’imperatore
» conseguenza: disapprovazione del senato e dell’aristocazia
- divinizzazione dell’imperatore » celebrazione dei Neronia (= spettacoli in suo onore)
» partecipazione ai giochi Istmici
» proclama la Grecia libera
» conseguenza: indebolimento del governo, ribellione dei legati
(Spagna, Gallia, Lusitania), istituzioni tradizionali calpestate
- conquista favore delle classi popolari » esibizioni pubbliche di canti e recite
» spettacoli e giochi circensi in dono al popolo
» ricostruzione di Roma secondo precisi criteri urbanistici
» riforma monetaria (- valore argento; + valore bronzo)
» conseguenza: diminuisce potere economico delle classi
più ricche, aumenta l’opposizione nobiliare

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento